Una “tortura” a fin di bene per il Ford Transit Elettrico

Dal gelo polare alle temperature del Sahara gli esemplari dell’E-Transit hanno affrontato in 12 settimane stress normalmente sopportati in 10 anni di “vita da furgone”

Un’immagine come quella di apertura è un sollievo (ahimé) temporaneo per queste giornate caldissime di inizio estate: e il grande freddo è stata solo una piccola parte del regime di test a cui il nuovo furgone elettrico Transit è stato sottoposto da Ford, progettato per ricreare gli effetti di una vita di uso intensivo da parte dei clienti, prima di essere messo in vendita all’inizio del 2022.

I test hanno visto l’ E-Transit completare l’equivalente di 10 anni di utilizzo intensivo in sole 12 settimane per testare la durata del pacco batteria, del motore elettrico e delle esclusive sospensioni posteriori. Gli esperti della casa dell’Ovale Blu hanno “torturato” l’E-Transit attraverso una rigorosa serie di test per assicurarsi che sia resistente come i suoi modelli gemelli diesel.

L’approccio senza compromessi ricrea gli effetti di oltre 240.000 chilometri di guida, secondo Andrew Mottram, ingegnere capo del programma E-Transit, Veicoli commerciali, Ford of Europe. “Testiamo tutti i nostri furgoni in condizioni al di sopra e al di là di qualsiasi cosa possano affrontare nelle mani dei clienti”, ha affermato nella nota stampa.

Continuando poi: “l’E-Transit completamente elettrico non è diverso: spingendolo al limite nei nostri ambienti di test controllati, possiamo essere certi che servirà in modo affidabile i nostri clienti mentre passano all’energia completamente elettrica per le loro attività”.

Il Ford Transit elettrico al 100% è stato testato in condizioni di guida invernali impegnative nel Michigan, negli Stati Uniti; simulazioni di caldo, freddo e altitudine estremi nella camera di prova ambientale di Ford a Colonia, in Germania; e le buche giganti e le superfici stradali irregolari al Lommel Proving Ground aziendale in Belgio.

La camera di prova ambientale di Ford può ricreare le condizioni dal Sahara alla Siberia. Gli ingegneri hanno perfezionato il sistema di propulsione completamente elettrico e l’ambiente dell’abitacolo per prestazioni ed efficienza sottoponendo l’E‑Transit a oltre 40 gradi per due settimane utilizzando 28 faretti con lampadine da 4.000 watt.

Il pacco batteria dell’E-Transit è munito di tecnologia di raffreddamento a liquido per prestazioni ottimali in condizioni climatiche estreme. Il furgone ha anche dovuto dimostrare di poter funzionare a -35 gradi e a pieno carico, arrampicandosi anche in salite scoscese fino a 2.500 metri.

Inoltre, la durata della batteria dell’E-Transit, del motore elettrico e delle sospensioni posteriori è stata testata guidando ripetutamente il nuovo modello attraverso bagni di fango e sale e attraverso spruzzi di acqua salata, simulando strade e guadi invernali e testando la resistenza alla corrosione dei componenti. L’affidabilità del motore elettrico è stata dimostrata facendolo funzionare continuamente per 125 giorni.

L’E-Transit che sarà costruito contemporaneamente a Kansas City e in Turchia, fa parte di un importante investimento di $30 miliardi da parte di Ford in veicoli elettrificati entro il 2025. La società ha dichiarato che la sua gamma di veicoli commerciali europei sarà al 100% a emissioni zero, completamente elettrici o ibridi plug-in entro il 2024 , con due terzi delle vendite di veicoli commerciali dovrebbero essere completamente elettrici o ibridi plug-in entro il 2030.

Come riportato da AUTO21 , il furgone sarà dotato di una capacità della batteria utilizzabile di 67kWh che offre un’autonomia stimata fino a 350 chilometri misurati con standard WLTP. Il motore elettrico del Ford Transit avrà una potenza massima di 198 kW (269 cavalli) e 430 Nm di coppia massima.

Credito foto di apertura : ufficio stampa Ford of Europe