Cina: auto elettriche più vendute – maggio 2021

1. SGMW Hongguang Mini EV (29.706); 2. Tesla Model Y (12.728); 3. Tesla Model 3 (9.208)

A maggio c’è stato un calo complessivo del mercato auto cinese, la prima volta dopo 14 mesi consecutivi di crescita, ma le vetture elettriche non appaiono in crisi: il totale è anzi stato di 218.000 unità, una variazione percentuale annua del 160%, col paese ormai avviato a vendere 2,4 milioni di veicoli entro fine 2021, riprendendosi il titolo di principale mercato di settore dall’Europa. Per quanto riguarda il podio di maggio, anzitutto c’è la conferma, come avviene ininterrottamente dal settembre 2020, della Wuling Hongguang Mini EV come leader (29.706 immatricolazioni): ormai più che fenomeno di mercato un fenomeno di costume per la motorizzazione locale quanto lo era stato nel secolo scorso la Fiat 600 per l’automobilista italiano. Da notare che così come ad aprile era arrivata la sorpresa della crisi Tesla, così maggio segna un rimbalzo per la casa di Elon Musk, sia pure con una novità interessante: per la prima volta, dopo che il mese scorso si era vista un po’ di stanchezza nell’entusiasmo per Model 3, è stata Model Y il più richiesto dai cinesi e il secondo assoluto proprio davanti a Model 3. 12.728 le Model Y contro 9.208 Model 3: numeri di tutta salute, piuttosto che di un periodo difficile. Novità nella Top5 chiusa dalla GAC Aion S (6.752) è stata l’ingresso della Changan BenBen EV: le 8.370 unità vendute sono una sorpresa e il biglietto da visita di un gruppo statale importante ma che finora era stato pigro nel fornire una offerta adeguata sui NEV come in Cina chiamano le elettrificate. Un’altra novità da segnalare notata nel mercato di maggio sul mercato cinese è stata che tra le startup il podio abituale formato da NIO, Xpeng Motors e Li Auto si è modificato questa volta, con Hozon che in soli cinque mesi del 2021 grazie a due modelli freschi ha superato il totale dell’intero 2020 ed ha anche scavalcato Li Auto grazie a 4.508 consegne contro 4.323, mentre NIO è rimasta prima (6.711 pezzi) e Xpeng seconda (5.686). Peraltro le rivali di Li Auto hanno beneficiato di una gamma più varia che ha loro consentito consegne non legate a un solo prodotto, come è il caso del SUV ibrido ricaricabile One che peraltro a quota 4.323 è stato il modello più gradito tra i NEV delle startup.

Insomma le 21.936 Tesla consegnate a maggio, secondo i dati della China Passenger Car Association fanno sembrare una pausa il mese di aprile anche se siamo ancora lontani dalle quasi 36.000 consegnate a marzo. Per il momento i conti Tesla in Cina restano favorevoli su base annua, visto che dopo aver superato tutti i concorrenti cinesi nel primo trimestre (era arrivata a 69.280 veicoli, contro 53.380 veicoli passeggeri elettrici di BYD ad esempio e molti meno delle startup) le cose non vanno certo male considerando da gennaio a maggio. A parte la solita Hongguang Mini EV arrivata a 128.796 (ma i margini della casa su questa microcar non sono certo paragonabili a quelli Tesla), dopo cinque mesi Model 3 è seconda (68.330 unità) e Model Y terza ((34.557). La migliore delle cinesi elettriche di fascia media è stata fino al 31 maggio la BYD Han EV (32.862 pezzi) davanti alla Aion S di GAC Motor (26.383).

Credito grafico: AUTO21, fonte dati CPCA