La «24 Ore di Monaco» del bus elettrico MAN

550 chilometri di percorrenza continua con una sola carica per un Lion’s City E, dimostrano la maturità del mezzo elettrico MAN e il potenziale della nuova leva di autobus a zero emissioni alla prova in condizioni reali

La divisione autobus del gruppo MAN, che appartiene al gruppo Traton, ha di recente reso pubblico il raggiungimento della distanza di 550 chilometri percorsi grazie a un’unica carica su un mezzo Lion’s City E da 12 metri, in un test monitorato da TÜV SÜD, società che si è incaricata anche di apporre sigilli alle prese per la ricarica e rimuoverle a fine prova.

Il record attuale per la maggior distanza percorsa da un autobus elettrico con singola carica appartiene all’americano Proterra Catalyst E2 Max, che ha percorso 1.102,2 miglia (1.773 chilometri), in questo caso su un mezzo con batteria da 660 kWh di capacità.

La differenza è che quella che la casa tedesca ha chiamato MAN EBus Efficiency Run non è stata effettuata su un campo prova come nel caso dell’autobus elettrico americano, ma col veicolo impegnato in servizio sulle linee 176 e X80 dell’agenzia MVG nell’area di Monaco di Baviera: pertanto la capacità delle sue celle di 480 kWh è stata sfruttata in condizioni attinenti all’utilizzo reale e non ideale.

L’autobus prescelto per il test ha girato per esattamente 24 Ore, quasi come… una macchina da corsa a Le Mans, ma senza rilasciare emissioni locali nei suoi percorsi tra Karlsfelder Strasse, Moosacher e Puchheimer e con autisti certificati MAN ProfiDrive invece che… piloti di Formula 1.

Gli autisti hanno effettuato i percorsi con tanto di fermate regolari e chiusure ed aperture delle porte: nessuno in questo caso saliva e scendeva, mentre si è fatto ricorso a zavorre impiegate per simulare il peso medio dei passeggeri nelle tratte prestabilite dalle linee.

Le condizioni primaverili della Baviera sono state di indubbio aiuto rispetto a condizioni più rigide dell’inverno, nelle quali il chilometraggio ottenibile sarebbe stato certamente inferiore per gli effetti delle temperature sulle celle del pacco batterie.

E tuttavia la distanza ottenuta dal MAN Lion’s City E è stata appropriata per rispecchiare l’avvicinamento degli autobus al 100% elettrici a condizioni di maturità tecnologica che renderanno per le agenzie del traffico questa alternativa sempre meno problematica nello sceglie modelli per rinnovare le flotte.

Un veicolo con una autonomia reale di 550 chilometri, ha sottolineato nella nota stampa con cui la casa ha annunciato il risultato il responsabile della divisione MAN Rudi Kuchta, sarà in grado di sostituire un mezzo convenzionale nel 99% dei casi di operatività. Questo grazie alla possibilità di evitare ricariche intermedie sul percorso ma soltanto nei depositi a fine giornata. La disponibilità di range alternativi di 400 e 300 chilometri di autonomia massima sarebbero, secondo la casa, in grado di coprire il 98% e 89% rispettivamente dei percorsi giornalieri affrontati dall’attuale clientela MAN.

Credito foto di apertura: ufficio stampa MAN Truck & Bus