GTX è il crossover elettrico ID4 in formato GTI

Quello che per i baby boomer e millenial era GTI, col nuovo modello elettrico Volkswagen si trasforma in GTX: una nuova versione dell’ID4, che uscirà la prossima estate

Per essere l’erede elettrica dell’iconica GTI, la nuova GTX parte dall’alto dei 17 centimetri di luce dal terreno, indubbiamente molto più crossover che hot hatch. Non è però che sia priva di appigli per distinguerla subito dalle versioni ID4 uscite per prime: come una mascherina diversa con motivi a nido d’ape e fari LED Matrix IQ Light che emettono un fascio abbagliante a regolazione intelligente di serie e una serie di diodi luminosi inseriti nelle prese d’aria saranno caratteristici di questa variante.

Nella vista posteriore che è particolarmente proporzionata e gradevole è stato ritoccato il fondo con un diffusore grigio scuro, mentre resta predominante l’andamento orizzontale delle luci e spoiler e vetratura ridotta contribuiscono a dare un’impronta sportiva di primo acchito più di quanto non avvenga guardando il muso.

La dotazione di serie comprende anche schermo touch da 12 pollici, sistema di comando a riconoscimento vocale, ID.Light, nonché volante multifunzione con comandi tattili. A richiesta, è disponibile l’head-up display con realtà aumentata. (credito foto: ufficio stampa Volkswagen AG)

Passando dalla silhouette agli interni, non conta tanto la sportività del crossover presentato oggi quanto lo spazio interno facilitato dal passo di 2,77 metri, esaltato dall’assenza del tunnel della trasmissione. Nei pannelli e nella strumentazione predomina il blu, mentre inserti rossi creano contrasto senza esagerare. Chi vorrà potrà scegliere anche sedili sportivi con integrati supporti alla colonna e lombari e funzioni di massaggio.

Passando alla parte dinamica, due motori fanno della GTX una quattro ruote motrici, con la maggior parte dello sforzo però concentrato sul motore elettrico sincrono a magneti permanenti da 204 cavalli montato posteriormente; quando necessario l’aggiunta del motore anteriore potrà aggiungere coppia e cavalli, fino a 299 (o 220 kW se preferite) per la precisione e disponibili per un tempo fino a 30 secondi, il che metterà la ID4 GTX in condizione di accelerare da 0 a 100 km/h in 6,2″.

Le cinque selezioni per il profilo di guida saranno Eco, Comfort, Sport, Individual e Traction, che si applicano a motori elettrici e sterzo, nonché in qualche raro caso agli ammortizzatori. La sospensione sportiva che si può abbassare di 15 mm rispetto a quella prefissata e uno sterzo sportivo più diretto sono previsti in opzione, così come il controllo dell’assetto DCC, previsto per il Plus Sport Package.

La ID4 GTX, prodotta nello stabilimento dedicato al 100% alle elettriche della piattaforma MEB a Zwickau, ha una batteria del peso di 486 chili dovuti a dodici moduli che contengono 24 celle ciascuno (presumibilmente celle LG Energy Solution NCM 712) con una capacità netta di 77 kWh che garantisce una autonomia di 480 chilometri misurati con standard WLTP.

Sarà ricaricabile con una potenza massima di 125 kW a colonnine DC, come la ID4 standard, con la possibilità ad una colonnina tipo HPC di immettere nelle celle l’energia occorrente per percorrere 300 chilometri in circa mezz’ora. A casa, con un wallbox o alle colonnine AC la ricarica arriverà fino a 11 kW. In Germania, il prezzo base della ID4 GTX è di 50.415 Euro.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Volkswagen AG