«Bug» zittisce la batteria 12V delle prime Mustang elettriche

Un problema al software può ammutolire le batterie a basso voltaggio in Mustang Mach-E costruite prima del 3 febbraio durante la ricarica della batteria di trazione: solo le officine Ford possono rimediare

Gli effetti imprevisti del varo di una prima generazione di auto elettriche stanno interessando uno dei modelli meglio accolti: il problema riguarda la Mustang Mach-E, di cui Ford ha consegnato 6.614 esemplari nel primo trimestre del 2021. In Italia, secondo i dati UNRAE, sono stati immatricolati tra 2020 e inizio 2021 solo 2 veicoli di questo tipo, quasi certamente auto demo dell’importatore dell’Ovale Blu.

Sean O’Kane, sul sito americano The Verge, ha segnalato il problema di cui stanno dibattendo sui forum dedicati a proprietari e fan numerosi tra i clienti che hanno ricevuto per primi il SUV sportivo elettrico Mustang Mach-E. La produzione coinvolta sembra essere quella di inizio trimestre, fino al 3 febbraio.

Questi veicoli in particolare soffrono le conseguenze di un bug nel software che rende impossibile il normale funzionamento della batteria a 12 volt, caricata mediante la batteria ad alto voltaggio che muove questa e tutte le altre auto elettriche.

Quando la batteria agli ioni di litio ad alto voltaggio (400V) è in carica, la batteria al piombo comune a tutte le auto convenzionali può smettere di funzionare. Con essa cessano molti servizi collegati al suo funzionamento, rendendo impossibile rimettere in moto il veicolo, salvo un complicato procedimento di by pass della batteria 12V che richiede anche la rimozione di pannelli nel cofano anteriore.

A The Verge Ford ha precisato che il problema non riguarda veicoli costruiti dopo il 3 febbraio, e che in seguito il problema potrà essere risolto anche con aggiornamento OTA, ovvero via etere. Per adesso non lo è: quindi la casa di Dearborn ha inviato un aggiornamento alla National Highway Traffic Safety Administration in cui si dettaglia il problema di software ad un modulo di controllo del powertrain delle Mustang Mach-E.

In pratica il cliente che non sia in grado di scavalcare la batteria 12V scarica per mettere in moto collegandosi ad un alimentatore esterno, per raggiungere una officina Ford e far rimediare là al problema dovrà farla trainare, con servizio di intervento che per le Mustang Mach-E interessate sarà gratuito.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Ford Motor Co.