La riscossa del SUV EQC cerca il sapore sportivo

Dopo un 2020 in cui l’interesse del pubblico per il primo SUV elettrico Mercedes-Benz si è risvegliato, a Stoccarda hanno deciso che l’EQC si merita una versione sportiva AMG

Dal prossimo maggio le concessionarie europee Mercedes-Benz cominceranno a ricevere due nuove versioni del SUV elettrico EQC: un modello base configurato in modo uniforme per i vari mercati e con un prezzo base (in Germania) di €66.068 ed una variante più sportiva e più accessoriata con prezzi a partire da €73.208.

Il modello base si chiamerà EQC 400 4MATIC e di serie sarà provvisto di cerchi da 19″ e sterzo con paddle manuali per la rigenerazione di energia. La selleria sarà nera, con inserti grigi nella pannellatura dal look carbonio. All’equipaggiamento di serie sarà aggiungibile una ricca dotazione supplementare da marca premium, inclusi molti sistemi di automazione per una guida più confortevole e sicura.

La versione sportiva sarà caratterizzata dalla dicitura EQC 400 4MATIC AMG Line e sarà riconoscibile da una griglia e da fregi anteriori AMG, così come da un estrattore posteriore e da cerchi dedicati. Gli interni avranno sedili, pedaliera e sterzo sportivi, con il nero come colore dominante ed inserti in oro rosa o grigio, e una spruzzata di componenti che ricordano la fibra di carbonio tipica delle competizioni.

Nella dotazione standard compresa nella versione AMG ci saranno il parcheggio automatizzato, vetri ad elevato potere isolante, e vari pacchetti che sono invece opzionali per chi sceglie la versione base. Incluso uno che riguarda la ricarica: perché il servizio completo Charging Services Premium fa parte del più sportivo dei due allestimenti dell’EQC.

Questo modello lo scorso anno ha beneficiato del maggior successo di pubblico dal lancio, dopo un inizio svoltosi invece più in sordina delle attese: anche in Italia ha superato per un pugno di unità le consegne del più navigato rivale Tesla Model X. Tuttavia per ora i risultati in miglioramento non sono bastati a far decidere a Mercedes-Benz di affrontare la concorrenza Tesla anche a casa sua: quindi l’arrivo dell’EQC negli Stati Uniti è stato ancora rinviato.

Quanto alla dotazione tecnica del veicolo costruito nella fabbrica di Brema ci sono invece scarse novità, visto che la più importante (la ricarica di serie in corrente alternata a 11 kW invece della precedente a 7,4 kW) era già stata generalizzata dal 1 gennaio 2021.

Il motore ha ancora potenza di 300 kW (408 cavalli) e coppia massima che arriva a 765 Nm. La batteria ha una capacità di 80 kWh: per ragioni che ci sfuggono l’ufficio stampa centrale Mercedes-Benz continua ad indicare i vecchi valori di autonomia NEDC, mentre il configuratore italiano correttamente indica quelli con ciclo WLTP, che sono ancora compresi tra i 374 e i 417 chilometri in base all’uso cittadino o combinato del SUV della stella a tre punte.

Come hanno giudiziosamente fatto osservare alcuni colleghi tedeschi, al lancio nel 2019 il cartellino del prezzo base del SUV Mercedes-Benz partiva oltre Brennero da €71.281: in pratica ricominciare dopo due anni da €66.068 è uno sconto sostanziale, pensando che cerchi da 19″ e caricatore imbarcato da 11 kW all’epoca erano da selezionare a parte. E questo senza ovviamente considerare gli incentivi nazionali e locali.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Daimler AG