Prezzi e allestimenti italiani definiti per il crossover ID4

Da aprile l’arrivo nelle concessionarie Volkswagen per le versioni di grande serie: su due basi e con quattro allestimenti e con listini a partire da €43.150 esclusi incentivi nazionali e locali

Passati pochi mesi dalla prevendita delle versioni di lancio ID4 1ST e ID4 1ST Max, in Italia si aprono gli ordini per la gamma di serie del primo SUV 100% elettrico della Volkswagen. Sfogliando il catalogo italiana per la ID4 si incontrano due basi tecniche e quattro allestimenti, con prezzi di listino a partire da €43.150 e autonomie misurate con ciclo WLTP fino a circa 520 km. L’arrivo presso le concessionarie italiane della gamma ID4 è previsto per il mese di aprile.

Nel 2020 la marca di Wolfsburg ha triplicato le consegne di vetture al 100% elettriche e grazie all’uscita a fine anno della ID3 si è portata al terzo posto delle vendite dell’anno passato in Europa. Dopo la berlina compatta, la ID4 sarà il secondo modello basato sulla nuova piattaforma modulare elettrica MEB e ne segna la diffusione globale: è prodotta in Europa e Cina e dal prossimo anno anche nel Tennessee.

“La ID4 è fondamentale per la Volkswagen, perché con questo modello al 100% elettrico la marca entra nel segmento in maggiore crescita a livello mondiale, quello dei SUV compatti”, ha confermato nella nota il CEO della marca Volkswagen Ralf Brandstätter.

Con l’arrivo della ID4 sui mercati di Europa, Stati Uniti d’America e Cina, la Volkswagen si pone l’obiettivo di convincere ancora più clienti ad adottare la mobilità elettrica. “Abbiamo già ricevuto 17.000 ordini per questa nuova auto”, ha dichiarato il membro del Consiglio di Amministrazione responsabile per le vendite Klaus Zellmer.

Come la ID3 anche il crossover ID4 si presenta al lancio sul mercato italiano con una gamma composta da versioni pre-configurate: City, Life, Business e Tech. La ID4 City con un prezzo di listino a partire da €43.150 è realizzata sulla base tecnica Pure Performance, costituita dalla batteria da 52 kWh netti di capacità, cui corrispondono fino a 343 km di autonomia nel ciclo WLTP, associata a un motore posteriore da 125 kW (170 CV) di potenza.

Questa versione si ricarica fino a 7,2 kW in corrente alternata AC e fino a 100 kW in corrente continua DC. Mentre il secondo livello appare adeguato all’infrastruttura odierna, per la corrente continua la casa tedesca sembra aver concluso che la clientela ricaricherà in postazione domestica (magari quella proposta dalla consociata Elli) piuttosto che pubblica: dove altre marche rivali arrivano in effetti a 22 kW.

Le altre tre versioni della ID4 sono realizzate sulla base tecnica Pro Performance, costituita dalla batteria da 77 kWh di capacità netta, che garantisce fino a 520 km di autonomia nel ciclo WLTP. In questo caso la potenza di ricarica arriva fino a 11 kW in corrente alternata e fino a 125 kW in corrente continua.

Alla batteria di capacità maggiore è associato un motore elettrico posteriore da 150 kW (204 CV), che permetterà alle ID4 Life (da €49.150), Business (da €53.150) e Tech (€57.150) di accelerare da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi. La velocità massima è limitata elettronicamente a 160 km/h per tutte le versioni.

Nel corso dell’anno, a queste versioni si aggiungerà una variante sportiva al vertice della gamma, dotata di trazione integrale: la ID4 GTX. Tutte le versioni della gamma ID4 hanno un equipaggiamento standard completo in termini di sicurezza, comfort e connettività.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Volkswagen Group Italia