Europa: Top3 auto elettriche più vendute – anno 2020

1. Renault Zoe (99.613); 2. Tesla Model 3 (87.642); Volkswagen ID3 (56.937)

Una annata senza precedenti: grazie a un finale di 2020 straripante, le auto con la presa in Europa sono cresciute del 137% rispetto a quello passato arrivando a quasi un milione e 400.000 unità, con una quota dell’11% di un mercato del nuovo in calo e le elettriche pure al 6,2% rispetto al ben più magro 3,6% del 2019 (quando le elettriche pure erano al 2,2%). Renault secondo i dati di EV-Volumes.com con Zoe ha raddoppiato le consegne rispetto al 2019 grazie a 99.613 immatricolazioni, rastrellando così una quota del 7%, mentre quelle di Model 3 (87.642), che ha preso una quota del 6%, sono scese dell’8% rispetto alle 95.247 che ne avevano fatto la leader dell’anno precedente. Il secondo posto è peraltro un risultato significativo se si pensa che a) era ormai passato l’effetto-novità e b) le Model 3 sono importate da California e Cina, al contrario di tutti gli altri modelli nella Top10 europea tranne la nona classificata Kia Niro EV, che ha però immatricolato meno di un terzo delle Tesla più popolari. Le quote di mercato di ID3 (56.937) e di Hyundai Kona EV (48.537) sono state analoghe: il 4% ciascuna. Al quinto e sesto posto due modelli noti da tempo al pubblico ma capaci di trovare un’altra giovinezza sui mercati lo scorso anno come E-tron (35.463) ed E-Golf (33.659).

Il grafico diffuso da Renault conferma le posizioni dei primi cinque modelli in Europa, anche se le cifre differiscono, in certi casi per i paesi considerati, in altri per differenti conteggi (credito grafico: ufficio stampa Groupe Renault)

Le cifre delle varie fonti possono lievemente oscillare: ad esempio Renault ha diffuso dati che indicano 100.814 consegne per la sua Super-Mini elettrica, ma come si nota dal grafico le prime cinque posizioni non variano rispetto ad EV-Volumes.com né ad altre società di consulenza che compilano periodicamente i dati nazionali e internazionali. Curioso anche il dato delle ibride ricaricabili: in un anno di riscatto alla fine l’eterna reginetta Mitsubishi Outlander solo terza (27.388) è stata superata da Mercedes-Benz con A250e (29.436) e Volvo XC40 (28.254).

Il gruppo Volkswagen può aver mancato di pochissimo l’obiettivo di emissioni di flotta ma come noto Audi e la marca Volkswagen lo hanno centrato, e in effetti da quinta in Europa che era nel 2019 la casa di Wolfsburg è passata prima col 12%. Mercedes-Benz invece il suo traguardo di CO2 a chilometro lo ha centrato grazie a una piccola invasione di ibride ricaricabili (ma anche a vendite dignitose per EQC:14.610) e ha preso una quota del 9% superando di un’incollatura, 5.000 unità, il 9% Renault. Quarta BMW con l’8% che ha superato Tesla e Volvo appaiate al 7%. La dominatrice del 2019 Tesla è in effetti scesa al quinto posto tra le case che vendono auto con la presa in Europa e dal 20% al 7%, ma rimane seconda marca se si considerano solo le elettriche pure. In effetti anche nelle quote di auto con la presa si è sentito un forte effetto del rilancio delle ibride ricaricabili, che ha spinto le marche premium ma più di recente anche case generaliste francesi e italiane. Se si guarda ai gruppi quello Volkswagen è stato leader tra le quote di mercato delle elettriche pure davanti all’Alleanza franco-giapponese, Tesla, Hyundai ed ex-PSA.

Credito grafico di apertura: AUTO21, fonte dati: Jose Pontes/EV-Volumes.com