Joint venture tra LG Electronics e Magna International

Operativa dall’estate 2021, LG Magna E-Powertrain si propone di essere protagonista nella fornitura dell’auto elettrica con un catalogo molto ampio che comprenderà dagli inverter alle trasmissioni

Il 2020 si conclude con altre mosse strategiche nel settore delle auto elettriche da parte di divisioni del gruppo coreano LG, dopo quelle riguardanti le batterie. LG Electronics ha confermato poche ore fa il varo di una joint venture con Magna International.

Il gruppo canadese e la divisione LG insieme vogliono contare di più nel settore dei componenti per l’elettronica e gli impianti elettrici destinati all’automotive con una realtà comune stimata del valore di $1 miliardo e con un organico di un migliaio di persone distribuite tra Stati Uniti, Corea del Sud e Cina.

Ai coreani spetterà una quota del 51% mentre Magna verserà per il 49% $453 milioni nella società che è stata battezzata LG Magna E-Powetrain Co., e che come lascia immaginare il nome non costruirà solo caricatori imbarcati, illuminotecnica o inverter ma punta anche a fornire motori e trasmissioni a modelli elettrici.

La società potrebbe essere operativa a luglio 2021 mentre inizierà a lavorare all’integrazione dai prossimi giorni. I due nuovi partner hanno lavorato già insieme ad almeno un modello: la Jaguar I-Pace prodotta nel sito austriaco di Magna.

Il gruppo canadese ha anche sviluppato in proprio una piattaforma per modelli elettrici da proporre pronta “chiavi in mano” a gruppi auto. Un’offerta raccolta da Fisker per il SUV elettrico Ocean: sarà prodotto in Austria da Magna, dopo che non è andato in porto l’accordo della startup con Volkswagen per la produzione in Tennessee sulla linea dei modelli MEB.

La notizia della joint venture è stata salutata con favore per Magna International, il cui titolo a Toronto è salito di oltre l’8%, e con entusiasmo dagli analisti di borsa coreani portando a un 30% di rialzo per LG Electronics e un 10% per la holding LG Group. In proporzione aveva suscitato meno speranze lo spinoff della divisione batterie LG Energy Solution avvenuto il primo dicembre.

Credito immagine di apertura: ufficio stampa Magna International