Alla piattaforma elettrica PPE verranno occhi a mandorla

Entro il 2025 intende vendere un terzo di modelli elettrificati in Cina. Per questo Audi si attrezza per produrre con FAW Group anche sportive, sul pianale sviluppato con Porsche

Audi e FAW Group hanno firmato a margine del Congresso Auto Sino-tedesco in corso in queste ore un accordo di programma ambizioso che prevede un nuovo canale di business riguardante la produzione di quelli che in Cina si chiamano NEV (new energy vehicle), una categoria che spazia dalle auto elettriche pure alle fuel cell.

Le parti in causa sono già partner di lunga data, visto che attualmente il marchio Audi ha una capacità produttiva totale di circa 700.000 veicoli l’anno distribuiti in siti sparsi tra Changchun, Foshan, Tianjin e Qingdao, tutti aperti insieme al gruppo FAW, noto in Italia soprattutto per piani che riguardano la Motor Valley emiliana.

Nel prossimo futuro Audi e FAW avvieranno una joint venture dedicata alla creazione di veicoli elettrici di fascia alta, e probabilmente di impronta sportiva, basati sulla piattaforma PPE (Premium Architecture Electrification) che la casa di Ingolstadt sta da tempo mettendo a punto con Porsche per ampliare le rispettive gamme a zero emissioni locali.

Secondo i piani, finora solo parzialmente delineati, nel 2024 è fissato l’esordio del primo modello elettrico basato sulla piattaforma PPE, che sarà seguito da altri. La marca del gruppo Volkswagen prevede entro il 2025 che un terzo dei modelli collocati sul mercato cinese sia elettrificato.

Il lancio di modelli basati sul pianale PPE calibrati sul mercato locale aiuterà a trasformare l’assetto di prodotto sostenibile di quello che è il maggior cliente Audi al mondo attualmente.

Oggi in Cina Audi (che lavora anche con il gruppo di Shanghai SAIC) con FAW vende solo un modello al 100% elettrico: il SUV compatto Q2L E-tron a cui si affianca l’ibrida plug-in A6L TFSIe. Tuttavia a settembre è iniziata a Changchun la produzione delle prime E-tron.

Nel prossimo futuro, come suggerisce il progetto di modelli elettrici sportivi basati sulla piattaforma PPE, Audi offrirà più modelli adatti alla domanda nazionale. Dal 2022 uscirà un altro modello realizzato insieme a FAW a Foshan: Q4 E-tron, mostrato come concept quasi pronto per le concessionarie al recente Salone Auto di Pechino.

Alla fine del mese scorso anche Audi aveva confermato la ripresa del settore luxury in Cina, il cui mercato migliora anche nel complesso, consegnando il 4,5% in più di veicoli rispetto al settembre 2019.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Audi AG