Rassegna 20 – 26 settembre: le notizie della settimana su auto elettriche, innovazione

LA NOTIZIA PIÙ LETTA DI QUESTA SETTIMANA:

“Tesla si pone un traguardo da casa auto generalista”
(23 settembre)
Elon Musk al Battery Day promette una Tesla che partirà da 25.000 dollari grazie a tecnologie più efficienti ed economiche e a nuove fabbriche con una capacità di 3 TWh nel 2030
— Una roadmap che guarda al futuro, un 2030 in cui la produzione di veicoli elettrici crescerà a dismisura (grazie a innovazioni che nella maggior parte dei casi non vedremo né quest’anno né il prossimo) e con cui Elon Musk vuol raggiungere una produzione globale di 20 milioni di Tesla. Un numero che corrisponde a quanto producono Toyota e Volkswagen oggi insieme e che farebbe considerare Tesla un costruttore generalista piuttosto che premium, quale si può definire oggi.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO SCRIVERE:

L’orientamento di molte case auto verso le celle NCM 811 non è stato solo questione di performance o di immagine e marketing ma in Cina è anche economica. Dal 2017, quando il governo di Pechino ha iniziato a inserire la densità di energia e l’autonomia tra i criteri previsti per ottenere incentivi, lo scegliere celle con caratteristiche come quelle delle celle CATL, che hanno densità gravimetrica di energia che va dai 230 Wh/kg in su, è diventata una necessità. (credito foto: ufficio stampa BMW Group)

“Sono a rischio le celle ternarie NCM 811 ad alta densità?”
(26 settembre)
Il SUV BMW IX3 sarà l’ultimo di una serie di veicoli elettrici prodotti in Cina con batterie la cui tecnologia fa discutere, in bilico tra dubbi sulla sicurezza e ansia di prestazioni
—  Le batterie con catodi NCM 811 realizzate da CATL e altri colossi del settore stanno attirando l’attenzione in Cina. Il più recente modello ad essere provvisto di celle con questa chimica è l’atteso SUV elettrico BMW IX3 prodotto a Shenyang, che in ciascun pianale stoccherà 10 moduli.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO LEGGERE:

Bozza automatica 40
Per due settimane uno shuttle a guida autonoma opererà a Stoccolma in un’iniziativa che coinvolge Ericsson, Telia, Intel e l’operatore di servizi di mobilità Keolis. Il percorso del test è rigorosamente “geofenced” visto che il servizio è su un’isola destinata ad attrazioni e parchi divertimenti e tende a dimostrare che questi veicoli per la mobilità urbana sono già una realtà perché le loro tecnologie sono operative, a comincianre dal 5G (credito foto: ufficio stampa Ericsson)

“Sweden’s Ericsson, Telia present self-driving bus ahead of 5G spectrum auction”
(Reuters)
— Telecoms gear maker Ericsson and mobile operator Telia on Thursday showcased a self-driving, electric bus in Stockholm as the companies look at new business areas ahead of mass deployment of 5G technology

Credito foto di apertura: screenshot Battery Fay Tesla via YouTube