Cresce l’offerta di furgoni al 100% elettrici della gamma PSA

A fine anno pronto il nuovo Citroën Ë-Jumper: arriverà fino a 17 m3 il volume di carico di un furgone a cui non si fa il pieno, ma che si ricarica fino a 70 kWh di capacità

Auto elettrica è per molti sinonimo di uso urbano. Ma lo stesso può dirsi di una fetta consistente dell’utilizzo dei furgoni da parte di artigiani e imprese, il che rende sempre più attraente l’alternativa della motorizzazione a zero emissioni locali. PSA contina a espandere la sua gamma di furgoni elettrici con il Citroën Ë-Jumper, il cui arrivo è previsto a fine anno.

Si propone con le stesse caratteristiche e la stessa modularità della versione convenzionale, e per dimostrarlo la divisione di marketing e pubblicità di una casa nota per la fantasia nel settore ce lo dimostra anche caricando un intero Jumper convenzionale su un fratello al 100% elettrico, annunciato con due configurazioni di batterie in grado di arrivare fino a 340 chilometri di autonomia.

L’E-Jumper segue di pochi mesi il più agile Citroën E-Jumpy lanciato a maggio. Anche nel segmento superiore per dimensioni e carico, si vanno a cercare sinergie, stavolta col cugino della famiglia PSA Peugeot E-Boxer, a sua volta presentato pochi giorni fa.

Le “taglie” disponibili sono la L1 (da 4,963 metri) e la L2 (da 5,413 metri) con una capacità della batteria associata di 37 kWh, che comporta una autonomia di 200 chilometri per ricarica. Per le altre “taglie” L2S, L3 (di lunghezza 5,998 metri) e L4 (6,363 metri) è disponibile anche il pacco batterie da 70 kWh che è quello a cui viene ascritta la autonomia massima che abbiamo indicato poco sopra.

Per tutte le taglie dell’E-Jumper il motore viene presentato con potenze di 96 kW (120 cavalli) e coppia massima di 260 Nm. La velocità di punta varia con 90 km/h per le versioni fino a quattro tonnellate, e 110 km/h per le versioni da 3,5 tonnellate.

Anche i valori della scheda tecnica per quanto riguarda la ricarica sono comuni tra Citroën e Peugeot: la potenza massima di ricarica AC è 22 kW mentre quella DC è di 50 kW. Entrambi non sono valori da record, ma sono prestazioni pratiche, perché i furgoni per impieghi prevalentemente urbani come questi non richiederanno di norma soste a colonnine Ionity come una Taycan o ai Supercherger come una Tesla.

Un tema essenziale nelle caratteristiche dei furgoni è il volume utile che, come anticipato, è identico a quello della versione convenzionale: da 8 fino 17 m3, in base alla lunghezza prescelta. Il carico utile come il volume seguirà la configurazione prescelta: quella massima prevista è abbinata alla versione L4H2 con 1.265 chili.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Citroën