Novità via etere e via colonnine per la Porsche Taycan Model Year 2021

Ampliate le opzioni sulla prima sportiva elettrica con miglioramenti dal comfort (Porsche InnoDrive), ai sistemi ADAS (Active Lane Keep Assist) fino alla praticità nelle ricariche (Plug & Charge)

La Porsche Taycan Model Year 2021, non ha bisogno di rivoluzionare la sportiva elettrica acclamata da molti esperti dell’automotive (e nel nostro piccolo veicolo elettrico dell’anno per AUTO21). Nessun intervento sullo stile, ma una piccola antologia di soluzioni pratiche per le nuove versioni anticipate oggi e per le quali gli ordini saranno possibili da inizio autunno.

A Stoccarda si sono adeguati alla comodità degli aggiornamenti via etere anche se questo non richiederà più una sosta in concessionaria, che per queste ultime significherà meno opportunità di ricavi. Tra le FoD (Functions on Demand) che sono disponibili ci sono Porsche Intelligent Range Manager, Power Steering Plus, Active Lane Keep Assist e Porsche InnoDrive, opzioni che si possono selezionare e aggiornare oppure eliminare, quasi come un pacchetto televisivo o di streaming.

Nella proposta della casa del Cavallino Rampante di Oltre Brennero il sistema ADAS che provvede al mantenimento della corsia e l’InnoDrive con cui l’apparato adatta automaticamente la velocità del veicolo alle condizioni del traffico e del percorso sono ciascuno disponibili come abbonamento a €19,50 al mese o a €808,10 se definitivamente acquisiti.

Un altro esempio è il Porsche Intelligent Range Manager che ottimizza l’itinerario del cliente in funzione delle postazioni di ricarica disponibili e della loro potenza, che scelto mensilmente costerebbe €10,72 mentre acquistato definitivamente €398,69. Il sistema di servo-sterzo che interagisce attivamente con la velocità del veicolo non è invece disponibile per singoli mesi ma si può solo installarlo sborsando €320,71.

Porsche ha anche dotato Taycan Model Year 2021 di un head-up display in opzione in grado di proiettare le informazioni essenziali di un viaggio nel campo visivo del guidatore, separando però quelle secondarie, come la ricezione di una chiamata telefonica o di un SMS.

La dinamica e il comfort della Taycan miglioreranno grazie all’intervento sulle sospensioni pneumatiche adattive, affiancate da un dispositivo chiamato Smartlift che aumenterà automaricamente l’altezza da terra in aree nelle quali questo potrebbe creare problemi, come su vialetti con fondo a schiena d’asino o su tragitti sterrati. Il sistema memorizza i tratti, riproponendo altezza da terra maggiorata nei successivi passaggi sugli stessi percorsi.

Per quanto riguarda la batteria, il caricatore imbarcato sarà disponibile in opzione anche da 22 kW rispetto a quello standard da 11 kW, rendendo più pratiche le ricariche dalle diffuse colonnine in corrente alternata.

Per quanto riguarda le ricariche a corrente continua, specialmente autostradali, per preservare la longevità delle celle della batteria sulla Taycan Model Year 2021 è ora prevista una funzione per limitarne la carica a 200 kW invece dei 270 kW massimi possibili, ogni qualvolta il cliente preveda di fare una sosta un po’ più lunga, come una sosta che includa anche pranzo e cena invece che una fermata di un quarto d’ora o meno.

Un altro fattore che contribuirà alla praticità delle ricariche ultra-veloci sarà l’entrata a regime della funzione Plug & Charge. Chi guiderà una Taycan Model Year 2021 potrà solo collegare il cavo di una colonnina Ionity o altre abilitate e col riconoscimento del veicolo la postazione farà partire la ricarica da sola, senza bisogno di usare carte o smartphone.

I codici e le “password” di autenticazione saranno già immagazzinati nel veicolo, grazie a protocolli basati su standard ISO 15118 per tenere a distanza hacker e smanettoni. I pagamenti saranno elaborati del tutto digitalmente. Plug & Charge per la clientela Porsche è attivo in sette paesi europei tra i quali l’Italia e altri dodici si aggiungeranno il prossimo anno.

Infine la Taycan Model Year 2021 avrà anche qualche voto migliore nelle performance. La prossima Turbo S sarà lievemente più rapida della precedente grazie a un boost migliorato nel Launch Control, attivo fino a 2,5 secondi. Sull’accelerazione 0-200 km/h la Turbo S MY 2021 farà registrare 9,6 secondi, limando due decimi alle cifre della scheda tecnica precedente.

Piccola soddisfazione anche per i clienti americani della marca tedesca, che sulla popolare (per gli appassionati del genere) distanza del quarto di miglio (circa 400 metri) se la caerà in 10,7 secondi, migliorando di un decimo i risultati della precedente “pagella”.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Porsche AG