Rassegna 27 luglio – 1 agosto: le notizie della settimana su auto elettriche, innovazione

LA NOTIZIA PIÙ LETTA DI QUESTA SETTIMANA:

“Volkswagen porta a tre l’elenco dei fornitori di batterie in Cina”
(27 luglio)
– Anche Wanxiang A123, già partner Porsche, avrebbe ottenuto un contratto dopo quelli di CATL e Gotion High-Tech: possibile che la fornitura si orienti sulle celle con chimica LFP
–  Secondo organi di stampa cinesi, nel paese asiatico il gruppo Volkswagen avrebbe trovato l’accordo con Wanxiang A123, per un contratto del valore di circa 10 milioni di yuan oggi corrispondenti a poco più di €1,2 miliardi. Per la filiera della fornitura di celle per veicoli elettrici Volkswagen questo vorrebbe dire che il produttore troverebbe posto accanto al colosso CATL, che serve quasi tutti i grandi gruppi globali, o in Cina o fuori, e Guoxuan, l’azienda nota in occidente come Gotion High-Tech di cui la casa tedesca è diventata il maggiore azionista con una quota del 26%.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO SCRIVERE:

Rassegna 27 luglio - 1 agosto 1
La crescita decennale prevista per la domanda di alcune materie prime fondamentali per le batterie agli ioni di litio (credito immagine Syrah Resources su dati Benchmark Mineral Intelligence)

“Un «pacchetto di mischia» australiano sfiderà la Cina sulla grafite”
(29 luglio)
– Il materiale scelto di default per gli anodi di quasi tutti i veicoli elettrici non è il componente più pregiato di una cella, ma gli effetti delle guerre commerciali attirano nuovi pretendenti
– Secondo una slide apparsa in un articolo molto consultato quest’anno su Nature Energy, la scomposizione dei costi di una cella comporta che il 74,9% afferisca ai materiali; di questo solo il 14,3% è ascrivibile all’anodo.
Ma se i catodi sono responsabili del 49,5% dei costi di una cella che oggi spinge un veicolo elettrico, questo non comporta che ci sia scarso interesse sulle opportunità che circondano proprio la produzione degli anodi.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO LEGGERE:

Rassegna 27 luglio - 1 agosto 2
Tra il 2020 e il 2025, Groupe PSA passerà gradualmente da due piattaforme multi-energia a due piattaforme 100% elettrificate, per sostenere lo sviluppo della mobilità elettrica. La nuova piattaforma servirà come base per una ampia gamma di veicoli elettrici per i segmenti C e D. eVMP offrirà prestazione eccellenti con un’autonomia fino a 650 km (ciclo WLTP) e una capacità di stoccaggio il cui benchmark sarà di 50kW.h per metro disponibile all’interno del passo. (credito immagine: PSA Peugeot Citroën Direction de la Communication)

“PSA Group to launch new electric platform for larger vehicles”
(Autocar)
— The PSA Group has revealed plans for a new electrified eVMP platform that will underpin its larger vehicles from 2020 onwards as it moves towards a fully electrified line-up.


Credito foto di apertura: sito web CATL