Rassegna 19 – 26 luglio: le notizie della settimana su auto elettriche, innovazione

LA NOTIZIA PIÙ LETTA DI QUESTA SETTIMANA:

“Oltre 150.000 colonnine per ricaricare la ID3 con We Charge”
(21 luglio)
– Tre livelli di servizi per la clientela della nuova elettrica Volkswagen, da chi fa pochi chilometri a chi vorrà usarla anche in autostrada e con le colonnine ultra-veloci come le Ionity
–  Dallo scorso 20 luglio Volkswagen ha aperto gli ordini generalizzati per ID3, dopo il periodo di conferma dei pre-ordini che già erano stati da mesi depositati. Per la folla che sta per riversarsi, a partire da inizio autunno, sulle strade europee con il suo nuovo hatchback elettrico, Wolfsburg ha predisposto un servizio per la ricarica che dal mese di agosto offrirà tre tariffe, incluse alternative per il servizio di ricarica ultra-veloce Ionity.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO SCRIVERE:

Zoe protagonista di un esperimento nella Francia rurale 1

“Primo semestre 2020 brillante per le auto elettriche in Europa”
(22 luglio)
– Dal periodo d’oro dell’auto elettrica in Francia alla rinascita delle ibride plug-in in Germania: sei mesi di vendite agitati dalla crisi sanitaria hanno avuto molto da raccontare
– In questi giorni in cui il tema-Europa è dibattuto soprattutto riguardo ai progetti futuri del Recovery Fund, più modestamente AUTO21 si attiene al proprio quadro di riferimento per delineare un bilancio del mercato continentale delle auto elettriche, che misura lo stato di salute di un settore che cresce bene a dispetto della crisi sanitaria.

QUESTA SETTIMANA CI È PIACIUTO LEGGERE:

Conti Tesla secondo semestre 2020 strada per S&P500
Dopo la presentazione dei conti del secondo semestre in cui Tesla ha sfoggiato il quarto utile consecutivo, la casa californiana ha trovato meno entusiasmo a Wall Street che da una fonte inattesa: la Germania. Il professor Ferdinand Dudenhoeffer, direttore del Center for Automotive Research di Duisburg, ha lodato i risultati della casa di Palo Alto in un intervento sul suo profilo LinkedIn, e sullo stesso social media gli ha fatto quasi subito eco il numero 1 Volkswagen Herbert Diess che ha scritto: “Elon Musk presenta risultati che molti ritenevano impossibili. Questi dimostrano che si possono ottenere utili con le auto elettriche”. E poco oltre si lasciava andare ad una previsione: “questo mi conferma: fra cinque o dieci anni il gruppo di maggior valore al mondo sarà un’azienda della mobilità—Tesla, Apple o Volkswagen”. (credito foto: press kit Tesla)

“VW Might Have a Case of Tesla Envy. Here’s Why”
(Barron’s)
— The largest car makers in the world are still chasing Tesla. It’s a little like Wall Street chasing Tesla stock


Credito foto di apertura: ufficio stampa Volkswagen Group Italia