Confrontare «mele e pere» con gli standard EPA e WLTP

L’esempio paradossale dei SUV elettrici Audi: in Europa la differenza di autonomia tra E-tron 55 Quattro e la versione Sportback è di soli 10 chilometri, in America di 40…

Chi è interessato alle auto elettriche spesso ama approfondire i dettagli dei dati tecnici e delle performance, e uno degli argomenti più dibattuti sui forum è quello dell’autonomia. Non manca neppure chi verifica i valori espressi dalle omologazioni con lo standard WLTP in vigore da settembre 2018 con quelle americane, spesso ritenute più veritiere.

Ma anche lo standard EPA a volte è soggetto a diatribe. Una recente è quella sulla procedura di omologazione della Tesla Model S Long Range Plus, che secondo Elon Musk sarebbe stata la prima auto elettrica a raggiungere le 400 miglia di autonomia, senza un errore di procedura nell’omologazione, (un errore che l’agenzia americana smentisce sia avvenuto).

Ma anche negli altri confronto è interessante esaminare le differenze tra quello che un modello promette al cliente europeo e quello che promette al cliente americano. E non ci riferiamo solo a casi quasi clamorosi come quello di Porsche Taycan, con discrepanze molto vistose tra autonomia espressa con standard EPA e WLTP.

Prendete un modello che, prima della quarantena, cominciava ormai a farsi vedere anche sulle strade italiane come Audi E-tron e la sua versione Sportback. In Europa tra l’una e l’altra ora la differenza di range è minima.

La E-tron Sportback, che ha un listino che parte in Italia da €87.400 e per la quale qui erano iniziate le primissime consegne a inizio marzo, è accreditata di 446 chilometri di autonomia WLTP. Sono 10 chilometri più della E-tron standard, considerando per entrambe la versione 55 Quattro con batteria di capacità 95 kWh.

L’usabilità della loro batteria ormai è di 86,5 kWh di capacità delle celle. Questo ha migliorato in proporzione sia la versione più recente sia la prima, adesso aggiornata con lo stesso pacco batterie. La E-tron 55 Quattro alla sua uscita era accreditata di una autonomia di 411 chilometri, non entusiasmante, come avevano sottolineato addetti ai lavori e stampa.

In altri termini il gap di autonomia tra una E-tron 55 Quattro originale e una E-tron 55 Sportback Quattro che era di 40 chilometri è sceso a 10. Alla forma e all’aerodinamica differente tra i due modelli va ascritta la differenza.

In America la E-tron Sportback è appena uscita (per chi è curioso il prezzo parte da $78.395, mentre la Edition One come quella della foto di apertura da $89.490 ovvero € ) e i colleghi americani scrivono che dispone di un’autonomia EPA di 218 miglia (351 chilometri).

Sono 14 miglia (22,5 chilometri) meglio del modello con cui confrontano la Sportback: ovvero la E-tron 55 Quattro model year 2019. Da loro nel sito web dedicato non risulta ad oggi un rating EPA per la nuova E-tron 55 Quattro, pertanto il confronto visto da quel lato dell’Atlantico è corretto.

Visto da qui invece, tra un SUV elettrico che usa il 91% della capacità della batteria e uno che ne usa l’88% una piccola ma significativa differenza si nota. Ma fino a quando anche l’autonomia del model year 2020 E-tron Quattro non avrà una certificazione EPA il solo confronto legittimo che possiamo fare è misurare la differenza fra vecchia E-tron e nuova Sportback coi due criteri: in termini di valori EPA sono 14 miglia (22,5 chilometri), in ciclo WLTP 40 chilometri.

Sfortunatamente gli esempi controversi di rating assegnati ad altri modelli come quelli Tesla e Porsche ci ricordano che, se è interessante guardare in casa altrui per vedere i risultati ottenuti, non ci si può esimere dal ricordarsi sempre che non è bene confrontare mele e pere e viceversa.

Credito foto di apertura: ufficio stampa marca Audi/VW Group Italia