La Jaguar I-Pace avrà compagnia. Anzi: tre volte compagnia

Il gruppo Jaguar Land Rover convertirà l’impianto di Castle Bromwich tutto all’elettrico, con tre nuovi modelli basati sulla piattaforma MLA (Modular Longitudinal Architecture)

Oggi Autocar scrive che l’investimento di £1 miliardo da parte del gruppo Jaguar Land Rover nelle fabbriche britanniche di Castle Bromwich e Solihull, comporterà, oltre a preparare entrambi ad accogliere modelli costruiti sulla nuova piattaforma MLA (Modular Longitudinal Architecture) che il primo, oggi riservato ad XE ed XF, passerà interamente alla produzione di elettriche.

Entro la fine del 2021 saranno tre i modelli elettrici puri nella gamma del marchio del giaguaro, oltre all’attuale Jaguar I-Pace. Del primo modello a zero emissioni della casa di Coventry nel 2019 sono stati venduti 17.355 esemplari.

Quello terminato non è stato un anno facile, con un calo di vendite del 10% per la marca, scesa a poco più di 160.000 unità consegnate. Il gruppo JLR ha confermato che la berlina di fascia alta Jaguar XJ sarà sostituita da un modello elettrico puro, probabilmente nella primavera del 2021.

La post-Jaguar XJ non sarebbe l’unico modello al 100% destinato a Castle Bromwich. Altri due veicoli gli faranno compagnia, entrambi SUV, a conferma di un trend che ha già investito altri marchi quali Volvo, Porsche.

Il secondo dovrebbe essere la Road Rover, il terzo la J-Pace. Tutti e tre condivideranno il nuovo pianale MLA, adattabile a modelli elettrici puri, ibridi o convenzionali.

Nel caso di altri modelli che poggeranno su questa nuova piattaforma, come la prossima Range Rover e la Range Rover Sport o la Discovery 6, le previsioni sono che la maggior parte di questi adotteranno una combinazione ibrida plug-in, per soddisfare le normative sulle emissioni.

Secondo Autocar la attuale I-Pace, lanciata a marzo 2018, continuerà invece ad essere costruita a Graz, in Austria, dove viene realizzata nell’impianto della società specializzata Magna International su una piattaforma dedicata.

Dalla I-Pace i nuovi modelli elettrici Jaguar previsti per Castle Bromwich dovrebbero mutuare la scelta di un’altezza da terra più da auto convenzionale che da SUV.

I colleghi dell’antica testata inglese sostengono inoltre che la J-Pace sarà facilmente distinguibile dalla cugina F-Pace per un tratto più all’avanguardia e per interni più sofisticati.

Se Jaguar per Castle Bromwich si sarebbe prefissata un obiettivo di produzione a regime di circa 40.000 SUV elettrici l’anno, per l’altro impianto rinnovato di Solihull sarebbe previsto per ora una versione convenzionale o ibrida della J-Pace, che seguirà a distanza l’elettrica pura. Sarebbe ospitata dalla stessa catena di montaggio nella quale sono completate le Range Rover e Range Rover Sport.

Credito foto di apertura: ufficio stampa Jaguar Land Rover