Vede il sole Sono Motors: potrà procedere con la produzione della sua elettro-solare

Si è concluso con uno straordinario successo il crowdfunding Sono Motors, passata in meno di un mese dai timori di chiusura alla tranquillità di poter lanciare la citycar Sion

Nel nuovo mondo della mobilità elettrica esistono dinamiche che sono poco edificanti quanto alcune dell’automotive convenzionale: dalla filiera delle materie prime agli effetti sugli organici. Ma si affacciano anche esempi che danno fiducia: di uno di questi è appena stata protagonista in queste ore la startup tedesca Sono Motors.

A inizio dicembre i tre avventurosi giovani fondatori si trovavano alle soglie della chiusura del loro progetto. Deciso di affidarsi allo spirito solidaristico e imprenditoriale dei loro aspiranti clienti e di chi simpatizza per le auto sostenibili, hanno lanciato un temerario round di finanziamento distribuito, con l’obiettivo di raccogliere €50 milioni.

Il crowdfunding Sono Motors, dopo un primo traguardo intermedio mancato il 31 dicembre, ha centrato il bersaglio sabato, raggiungendo la cifra di €50 milioni, con due giorni di anticipo sulla scadenza prefissata.

Questa conclusione dovrebbe essere sufficiente a completare lo sviluppo conclusivo di Sion, il modello spartano di vettura compatta che Laurin Hahn e soci stanno realizzando. Quella Sion che se ha perso per strada la speranza iniziale dei creatori di essere disponibile a prezzi super-scontati, non ha invece perso le caratteristiche di accessibilità e concretezza, inclusi i famosi pannelli di carrozzeria in policarbonato provvisti di celle solari per rinforzare l’energia del pacco batterie.

La conclusione positiva del crowfunding Sono Motors si deve non solo a fan e supporter verdi della startup ma in primo luogo ai suoi primi investitori, che nel finanziamento hanno contribuito per un quinto. A farli decidere però era stato il supporto della community, che alla data del 31 dicembre avevano versato €32,5 milioni e spinto per allungare la scadenza originaria dell’operazione a supporto della società.

I fondi freschi affluiranno nella produzione dei prototipi pre-serie della Sion, ma le difficoltà di fine 2019 comportano che slitterà la produzione inizialmente prevista per la seconda metà di quest’anno e per la quale Sono Motors aveva selezionato la fabbrica di Trollhättan, sito svedese ex-Saab e passato al gruppo cinese Evergrande. I primi clienti riceveranno la loro Sion nel settembre del 2021.


Credito foto di apertura: ufficio stampa Sono Motors