L’omologazione EPA getta acqua sul fuoco dell’entusiasmo dei fan della Porsche Taycan Turbo

Gli standard dell’agenzia per l’Ambiente americana assegnano una autonomia di 323 chilometri alla vettura elettrica tedesca, lasciandola distante dai modelli rivali e da Tesla soprattutto

Uno dei temi più dibattuti sui social media nel corso della notte americana, almeno tra gli appassionati di motori, ha avuto origine con la diffusione da parte dell’agenzia federale per l’Ambiente EPA dei dati di consumo della Porsche Taycan Turbo, il primo dei nuovi modelli dell’auto tedesca a ricevere una certificazione.

Secondo il ciclo di omologazione EPA, considerato più realistico di quello europeo WLTP entrato in vigore nell’autunno 2018, la Taycan Turbo ha un’autonomia di 201 miglia, corrispondenti a 323 chilometri.

La Taycan Turbo quindi non solo come immaginabile non supera in autonomia la Tesla Model S Performance (stimata con 348 miglia), ma anche una rivale diretta europea come Jaguar I-Pace (234 miglia). Anche l’Audi E-tron la supera lievemente (204 miglia).

Il redattore del mensile Car and Driver che ha pubblicato la notizia, ha anche sottolineato che il consumo combinato di 69 MPGe (miglia per gallone equivalenti) è il meno efficiente delle auto elettriche finora passate dall’omologazione EPA; la Model S Performance ha una rilevazione di 104 MPGe, la I-Pace di 76.

Può essere interessante mettere a confronto i dati dell’autonomia rilevata in America e in Europa coi due differenti criteri di omologazione EPA e WLTP:

Modello EPA (miglia) EPA (km) WLTP (km)
Tesla Model S Performance 348 560 593
Jaguar I-Pace 234 376 470
Porsche Taycan Turbo 201 323 450

Come si può notare, la vettura della casa californiana nel passaggio dal ciclo di omologazione europeo a quello americano o viceversa è quella che riesce a figurare meglio, mentre Taycan Turbo e I-Pace, come la maggior parte delle auto elettriche sottoposte al vaglio EPA, perdono molte decine di chilometri di autonomia a credito delle loro schede tecniche.

Forse è questo, più che il fatto di avere meno chilometri all’attivo rispetto alla casa che per Porsche ormai sta diventando giorno dopo giorno una rivale diretta, ad aver indotto i tedeschi a rivolgersi a una società di consulenza (AMCI), come ha rivelato per primo l’attentissimo sito Jalopnik.

Secondo i test privati condotti da AMCI, l’autonomia combinata risultante sarebbe stata di 275 miglia, mentre quella in percorso esclusivamente urbano di 288 miglia.

Va notato che finora solo la Taycan Turbo è stata sottoposta ad esame dall’EPA, mentre non lo sono ancora state il modello al top della gamma Turbo S, che ci si attende più spregiudicata nei consumi, né la versione entry-level 4S.

Quest’ultima, dotata del pacchetto Performance Plus e quindi batteria con capacità massima di oltre 93 kWh, sarà accreditata di 463 chilometri con standard WLTP. In pratica nella zona operativa della I-Pace, ma ancora distante dalla Model S Performance, una versione che non è peraltro la più parca di tutta la gamma californiana, visto che la Model S Long Range arriva a 610, secondo la scheda per l’Europa.

Dopo il confronto a distanza tra Tesla e Porsche iniziato dal primato (peraltro ancora non definitivamente chiarito) nelle performance sul giro al Nürburgring, il confronto si sposta sulle qualità delle batterie e della loro gestione che si traduce in autonomia per la clientela. E nel giro di meno di 24 ore si è trasformato in un argomento di dibattito acceso e sempre più polarizzato.


Credito foto: ufficio stampa Porsche AG