La fabbrica di Untertürkheim accoglierà anche la linea di produzione dei motori elettrici

L’avvenire della fabbrica sulle rive del fiume Neckar che produceva motori diesel appare più roseo grazie alle linee di batterie e motori elettrici per la gamma EQ di Mercedes-Benz

Nel prossimo futuro i motori elettrici che spingeranno i veicoli del gruppo Daimler saranno prodotti a pochi metri da dove per alcuni decenni si sono prodotti i motori a scoppio della stella a tre punte: nella storica sede Mercedes-Benz di Untertürkheim.

Oggi è stato annunciato dai Consigli di Fabbrica del gruppo svevo e dalla casa stessa che è stato raggiunto un accordo al riguardo, i cui dettagli saranno precisati domani, giovedì 12 dicembre. Finora le Mercedes (o le Smart) venivano equipaggiate da fornitori esterni, in particolare con powertrain provenienti dall’altro colosso di Stoccarda: Bosch.

Il direttore dell’impianto Frank Deiß e il capo del Consiglio di Fabbrica Michael Häberle hanno dichiarato alla stampa tedesca: “la produzione di motori elettrici è un impegno sulla tradizionale sede Mercedes-Benz di Untertürkheim e un segnale ai dipendenti a guardare al futuro”.

Nella fabbrica, attiva dal 1904, da tempo non si assemblavano più come un tempo i motori diesel ma solo quelli benzina e trasmissioni. Per Häberle & C. gli ultimi mesi sono stati spesi a controbattere l’eventualità di outsourcing del settore dei motori elettrici, per garantire gli attuali livelli occupazionali.

La decisione presa sui motori elettrici per la gamma EQ smentisce il pessimismo di alcune settimane fa e contribuirà a far crescere la quota “verde” nell’assetto di Untertürkheim, considerato che la scorsa primavera l’ex-amministratore delegato Daimler Dieter Zetsche proprio sulle rive del fiume Neckar aveva posato la prima pietra di una nuova fabbrica di batterie.

Il progetto sarà completato entro la fine del 2020 e si inserirà in una rete globale di nove impianti del gruppo Daimler distribuiti su sette sedi che si allargano in tre continenti. Il gruppo investirà oltre un miliardo di euro in questo piano.

Dal 2012 a Kamenz, dall’altro lato della Germania, tramite la consociata Accumotive si assemblano già batterie per modelli ibridi ed elettrici. Un secondo impianto nella cittadina sassone sarà in grado di produrre pacchi batterie in quantità significative entro fine 2019.

L’area metropolitana di Stoccarda accoglierà tre fabbriche di batterie: uno è Sindelfingen, gli altri due sono collegati alla sede di Untertürkheim: Brühl ed Hedelfingen. In Europa un altro è previsto in Polonia, mentre gli altri sono in Asia e Stati Uniti.


Credito foto di apertura: ufficio stampa Daimler AG