Aperti i configuratori di Svezia e Gran Bretagna per la citycar elettrica Uniti One

Partirà da €17.760 la cifra necessaria per assicurarsi una delle leggerissime citycar progettate da una startup di Lund (Svezia) iniziando con un entusiasta programma di crowdfunding

La startup svedese Uniti ha confermato il prezzo definitivo della One, il suo primo modello di auto elettrica. La piccola citycar in Svezia e Regno Unito, primi due paesi nei quali si potrà ordinare, avrà un prezzo a partire dall’equivalente di €17.760, sussidi inclusi, leggermente di più del primo prezzo annunciato (€4.500), che risaliva però a comunicazioni rilasciate nel 2017.

I primi ordini saranno evasi a metà 2020, e i clienti riceveranno un’auto con motore elettrico con potenza di 50 kW abbinabile a due diverse capacità di batteria: da 12 o d 24 kWh. L’autonomia cui fa riferimento il costruttore per le due capacità sarà rispettivamente di 150 e 300 chilometri. Il consumo medio dovrebbe essere limitato a soli 8 kWh/100 km anche grazie al peso limitato a soli 600 chili, ma il costruttore non menziona nella scheda tecnica omologazione con standard WLTP.

Sulla batteria, collegabile anche alle stazioni veloci DC da 50 kW con connettore Combo, in dieci minuti si potrà caricare l’energia necessaria per 100 chilometri. La ricarica dal 20% all’80% della capacità delle celle nel caso della batteria da 12 kWh richiederà nove minuti, mentre ne serviranno 17 per quella con capacità di 24 kWh. I tempi si allungherebbero a 63 o 123 minuti se la ricarica fosse da 7 kW ed effettuata in corrente alternata.

La scelta dei due mercati sui quali ha aperto i configuratori per Uniti non è casuale: progettata nel sud della Svezia a Lund da un piccolo gruppo supportato da un progetto di crowdfunding, lo sviluppo ha contato sulla filiera automotive britannica.

Rispetto al prototipo il principale cambiamento è nel numero di passeggeri: la due posti del 2017 è divenuta una tre posti, col guidatore nel mezzo e due passeggeri uno accanto all’altro, che possono essere sacrificati in caso di necessità di spazio merci. E chi guida avrà un volante, al posto del joystick visto sul prototipo…

Al posto dello specchietto il guidatore avrà due telecamere ma, con queste piccole dimensioni e una lunghezza di soli 3,222 metri e una larghezza di 1,70 per chi è al volante gli ingombri non dovrebbero essere la prima preoccupazione. Il raggio di sterzata è contenuto in sette metri.

Uniti ha confermato che gli ordini che arriveranno prima della fine di novembre 2019  faranno entrare i clienti in un club dei fondatori, che darà diritto ad alcuni vantaggi, tra i quali aggiornamenti del software di bordo gratuiti, e miglioramenti perpetui alle vetture acquistate. Forse non ai pezzi della carrozzeria: il sistema usato, non verniciato, fa ritenere che le piccole ammaccature derivanti dall’uso urbano passeranno inosservate o quasi.


Credito foto: ufficio stampa Uniti via Newspress