Ford preserverà il DNA dei suoi pickup anche sugli elettrici: F-150 sottoposto a prova di traino

Il prototipo elettrico del best seller Ford protagonista di un video in cui traina carrozze ferroviarie con 42 F-150 convenzionali a bordo, ovvero circa 567 tonnellate

Il vivace mercato nordamericano dei pickup include la promozione dei modelli basata su prove di fatica e di resistenza, adeguatamente pubblicizzate dai reparti marketing delle varie case. Per il suo modello Tundra Toyota aveva scelto una spettacolare prova di traino in cui un pickup giapponese trainava uno Space Shuttle.

Tesla lo ha preso come riferimento ed Elon Musk non ha perso l’occasione di promettere che anche l’autocarro leggero californiano sarà in grado di ripetere l’impresa. Ma, mentre stiamo aspettando con curiosità la prova del pickup di Musk, l’imprenditore sudafricano dovrà rifare i suoi calcoli.

Perché nel frattempo la marca che è da tempo la regina del mercato, Ford, ha dato ieri una dimostrazione di forza pubblicando un video del prototipo della versione elettrica del F-150 sottoposto alla prova di traino: non un test qualsiasi ma ben quattro volte il peso mosso dai rivali (1,25 milioni di libbre).

La responsabile del progetto del Ford F-150 elettrico Linda Zhang ha sottolineato sia che la versione di produzione non sarà disponibile a breve termine, sia che non sarà in grado di trainare tanto peso quanto il prototipo.

Quello che Ford voleva dimostrare era da un lato quanto siano estremi i test con cui sono messi alla prova i suoi autocarri leggeri, e anche indirettamente togliere ogni dubbio che le versioni elettrificate del F-150 non siano dire quanto quelle convenzionali.

Da diversi anni ormai il motto delle serie F-150 è “Built Ford Tough“, e i prototipi delle versioni elettriche sottoposti da molti mesi a test nel sud-est del Michigan sono intenti a dimostrare di essere costruiti “duri” quanto finora sono stati tanto amati dagli americani. Americani che tuttavia non hanno ancora risposto con entusiasmo al l’imminente arrivo, nel 2020, del primo F-150 ibrido.

Ford, che quest’anno presenterà anche il suo primo crossover al 100% elettrico, sembra aver iniziato a lavorare all’immagine dei suoi pickup elettrici anzitutto per dimostrare che nella dinastia di veicoli col cassone il DNA non cambierà anche se un nuovo filone sarà silenzioso e a zero emissioni locali.

La visita a un’area ferroviaria non meglio precisata quindi ha quindi offerto un palcoscenico rustico nel quale il prototipo F-150 è stato sottoposto alla prova di traino: dieci carrozze a due piani con a bordo 42 F-150 model year 2019: peso totale 1,25 milioni di libbre, tre Space Shuttle.

L’ingegner Zhang ha potuto quindi dimostrare con i fatti che Ford non sacrificherà potenza e possibilità di affrontare difficoltà quotidiane nel proporre alternative di propulsione elettrica alle versioni convenzionali dei suoi pickup.

Per lo staff Ford che si occupa di ricerca e sviluppo operazioni di questo genere sono anche un altro iniezione di fiducia sul potenziale interno in alternativa a quello che procede per collaborazioni esterne. Se è ormai molto pubblicizzato il partenariato con Volkswagen, nel settore dei pickup elettrici ne
esiste un altro
con la startup Rivian, e il test di ieri fa pensare che a Dearborn non siano poi così privi di idee e opportunità di sorprendere quando si tratta di veicoli elettrici.


Credito foto di apertura: ufficio stampa Ford Motor Co.