Debutto al Salone Auto di Londra per la MG ZS EV, prima elettrica della marca inglese

Il SUV medio proposto dal marchio britannico avrà potenza di 146 cavalli e batteria da 44,5 kWh, anche se per ora manca la cifra di sportività che caratterizzava le MG dei bei tempi andati

Per una marca ancora oggi percepita come inconfondibilmente britannica, MG, non poteva esserci probabilmente sede migliore del Motor Show di Londra che chiuderà domani per far debuttare il modello al 100% elettrico ZS EV, naturalmente in versione rigorosamente con guida a destra.

La marca inglese oggi controllata dalla cinese SAIC ha anche iniziato ad accettare prenotazioni con depositi per la prima auto full electric della propria storia, e segnala già un vivace interesse per la ZS EV, il cui prezzo definitivo, così come la data di commercializzazione, sarà comunicato il prossimo 1 settembre.

La ZS versione zero emissioni beneficerà dell’esperienza nel settore della casa madre di Shanghai, che in patria ha spesso saputo piazzare tra i best seller elettrici modelli come EU-Series ed EC-Series. Sull’elettrica britannica, che avrà una potenza di 146 cavalli, troverà posto una batteria con capacità di 44,5 kWh raffreddata a liquido, probabilmente equipaggiata con celle CATL, considerato che è il principale fornitore di SAIC.

Il caricatore imbarcato a bordo da 7 kW consentirà ricarica all’80% in 43 minuti o in sei ore e mezzo usando una presa domestica. l’autonomia col ciclo di omologazione WLTP sarà comunicata a fine estate, insieme o poco prima dei prezzi definitivi. Le caratteristiche di SUV medio fanno pensare che dovrà misurarsi con la concorrenza delle coreane quali ad esempio la Kia E-Niro che in versione con batteria da 32 kWh dichiara 288 chilometri, mentre la rinnovata Hyundai Ioniq con batteria da 38 kWh ne promette 289.

L’accoglienza positiva potrebbe aver gradito anche la buona dotazione prevista di serie riguardante sistemi di infotainment e navigazione così come quelli di sicurezza, inclusi AEB, blind spot detection e cruise control adattivo. Al crossover sino-britannico non sembra per il momento appartenere quella sportività che era invece la cifra delle MG del XX° secolo, ma non è detto che se questo modello elettrico avrà successo ambizioni di performance non possano spuntare su futuri modelli con lo scudo rosso di Longbridge.

 


Credito foto di apertura: ufficio stampa MG/Torque Agency Group via Newspress