Si rafforza il ruolo della sede di Flat Rock come “capitale” elettrica della nazione Ford

Nell’impianto diventato famoso per le sportive Mustang più investimenti e più personale per produrre veicoli elettrici; il sito della produzione di veicoli autonomi sarà nel sud del Michigan

Oggi Ford Motor Co. ha aggiunto qualche dettaglio ai piani che prevedono che la casa di Dearborn affianchi una nuova generazione di veicoli elettrici alla sua classica (e gradita al pubblico nordamericano) gamma di pickup e SUV che costituiscono il nocciolo duro di ricavi e profitti.

La casa dell’ovale blu collocherà a partire dal 2023 una sua piattaforma per veicoli elettrici nell’impianto di Flat Rock, quella che è la tradizionale casa della sportivissima Mustang, ormai rimasta uno degli ultimi modelli di auto a portare il marchio Ford negli Stati Uniti.

Nella parte meridionale del Michigan sarà ugualmente collocato il sito produttivo, ancora da scegliere, nel quale si produrrano veicoli autonomi, un settore che è oggetto di serrate trattative con il neo-partner Volkswagen.

In origine il sito prescelto per produrre veicoli autonomi era stato proprio Flat Rock, ma questa linea ora sarà spostata su un impianto dedicato ed assorbirà una parte degli $11 milioni che l’amministratore delegato Jim Hackett vuole spendere per ristrutturare l’assetto globale Ford.

Dall’impianto di Flat Rock non dovrebbe uscire soltanto un singolo veicolo sportivo ed elettrico come era stato annunciato nel 2017 dall’allora boss Mark Fields (indicata secondo le voci col nome provvisorio Mach) ma una gamma più ampia.

All’epoca, con i timori sugli effetti delle schermaglie sui dazi ancora da venire, Ford sembrava convinta di collocare in Messico a Cuautitlan la produzione di un SUV full electric ispirato alla Mustang, mentre era stato designata Flat Rock come fabbrica per veicoli autononomi, con quasi un miliardo di dollari di investimenti e circa 900 dipendenti previsti come necessari alla nuova linea.

Adesso i $900 milioni di investimento appaiono confermati, mentre Flat Rock sarebbe sulla via di diventare la capitale americana Ford della produzione elettrica, con circa 900 operai ed un secondo turno al via dal 2023. Finora da Flat Rock sono uscite Lincoln Continental e le sportive Mustang. Ford ha accennato alla flessibilità dell’impianto, in grado di continuare a produrre anche veicoli convenzionali oltre alle elettriche.

Nel recente passato Ford ha menzionato la possibilità di aggiungere alla gamma del suo best seller F-150 anche una versione elettrica, ma non è ancora stata precisata una data né una sede per questa eventualità, che peraltro potrebbe trasformarsi in necessità dopo che nei prossimi anni cominceranno ad uscire i primi pickup elettrici di Rivian e Tesla.


Credito foto di apertura: ufficio stampa Ford Motor Co.