Top3: Cina – le auto elettriche più vendute – gennaio 2019

1. BYD Yuan EV (10.093); 2. Baojun E100 (8.312); 3; BYD e5 (3.968)

La siccità continua ad avvolgere il raccolto del mercato cinese del nuovo: a gennaio 2019 sono state immatricolate 2.010.000 auto in totale contro le 2.395.000 del gennaio 2018. Si tratta del settimo calo consecutivo, una serie nera mai vista finora nella Cina della apparente crescita senza limiti e che non è più tale. Da qualche settimana per il primo mercato del globo ormai si parla di quello che i giornali finanziari indicano come peak auto market: i tempi più belli sono passati. Non è così invece per le auto con batterie di trazione: a gennaio sono stati venduti 98.000 NEV, ovvero veicoli elettrificati, con le pure elettriche a 75.000 e le restanti ibride plug-in, ancora particolarmente gradite a Shanghai e nella regione della metropoli. La variazione percentuale annua è in positivo del 120% e la quota sul mercato totale, esaminando la quale va tenuto conto della contrazione complessiva, è ormai salita al 4,8% rispetto al comunque ragguardevole valore del 4,2 % sui dodici mesi del 2018.

Tra i veicoli elettrici è ancora stata protagonista BYD, prima come quote di mercato complessive (22%) e prima sia tra le pure elettriche col piccolo crossover Yuan EV sia tra le ibride ricaricabili con un modello per famiglie come la Tang. Da seguire con interesse la crescita delle quote di consegne della Baojun E100: un marchio che forse in Occidente dice ancora poco. Si tratta peraltro di un modello promettente della joint-venture tra SAIC e General Motors. La piccola citycar ha avuto un’impennata nel gradimento con la nuova  batteria da 24 kWh che le ha conferito una autonomia più adeguata. Si tratta di un modello che GM potrebbe anche iniziare a considerare di esportare, ad esempio in America Latina o perfino in Europa.


FONTE DATI: Jose Pontes/EV-Volumes