Nuova joint-venture di Roland Gumpert produrrà il SUV elettrico Aiways U5 Ion

Progettato a Ingolstadt dall’ex-Audi Roland Gumpert, la produzione iniziale a cui si punta per il SUV elettrico economico (€25.000) Aiways U5 Ion sarà di 150.000 unità, per la Cina

Nel mondo dell’auto elettrica il nome di Roland Gumpert forse non dice ancora molto. Al contrario, in quello dell’automobile tout court dice molto e fin dal 1984, quando guidava Audi Sport nella miglior stagione rallistica di sempre per i quattro anelli. Dopo anni di lavoro in Cina per il gruppo Volkswagen, Gumpert si è messo in proprio e da pochi mesi a, guarda caso, Ingolstadt ha creato una joint venture sino-tedesca.

La Gumpert Aiways, fondata nel 2017, è il risultato della collaborazione con la società dell’auto elettrica cinese diretta da Fu Qiang ed ha iniziato l’attività con la produzione in piccola serie della RG Nathalie, un coupé elettrico con batteria da 70 kWh di capacità.

La Nathalie si appoggia, come range extender, a tecnologia fuel cell per la quale il carburante non è però l’idrogeno ma il più facilmente reperibile metanolo. Una alternativa sporadicamente già esplorata da qualche concorrente (Nissan sta studiando pile a combustibile che fanno ricorso al bio-etanolo, in quel Brasile dove l’alcool è già parte dell’infrastruttura).

Adesso Marcel Sommer del periodico Auto Motor und Sport rivela che la collaborazione andrà oltre il coupé a trazione integrale in serie limitata intitolato alla figlia del manager tedesco. A partire dall’autunno 2019 è prevista la commercializzazione in Cina di un SUV elettrico: l’Aiways U5 Ion, che dall’anno seguente sarà disponibile anche in Germania.

Quello che è stato rivelato del SUV finora è che avrà un motore anteriore da 140 kW (190 cavalli) e 315 Nm di coppia, sufficienti per affrontare lo 0-100 km/h in meno di 10 secondi. Se la performance non è adeguata come sulla RG Nathalie o sorprendente come lo era sulla brillante ma sfortunata Gumpert Apollo (che impressionò anche i protagonisti di Top Gear prima maniera) punta ad esserlo il prezzo: €25.000.

La sino-tedesca Aiways U5 Ion sembra insomma sembra voler lanciare una sfida sui prezzi ai SUV elettrici occidentali come Jaguar I-Pace, Audi E-Tron e Mercedes-Benz EQC. Una sfida  ancora più sfacciata di quella che hanno in mente startup dell’auto come NIO e Byton, anch’esse imprese cinesi che come Aiways attingono a piene mani da know-how e management tedeschi.

L’autonomia massima della Aiways U5 Ion è stata indicata in 460 chilometri, ma il pacco batterie principale può essere arricchito con 20 kWh supplementari che allungano di 100 km la distanza percorribile. Quel pacco supplementare secondo i piani sarà anche sostituibile rapidamente presso stazioni di servizio o punti assistenza, secondo il concetto reso popolare in Asia da alcuni scooter e tentato anche da NIO.

Per il primo anno la produzione prevista sarebbe per l’Aiways U5 Ion sarebbe di 150.000 pezzi, fino a raddoppiare il numero di veicoli costruiti. Al SUV seguiranno due altri modelli di veicoli elettrici a partire dal 2020, scrive Auto Motor und Sport.

Nuova joint venture di Roland Gumpert produrrà SUV elettrico Aiways U5 Ion 1


Credito foto di apertura: ufficio stampa Gumpert Aiways