Nissan e DeNA partono col servizio di mobilità condivisa ed autonoma Easy Ride

A partire da marzo 2018 a Yokohama inizieranno i primi test dei robo-taxi giapponesi su strade aperte al pubblico e con comuni passeggeri a bordo

Man mano passa il tempo tutti i gruppi devono svelare le proprie carte nell’ambito dei rispettivi progetti sulla guida autonoma. A proposito dell’Alleanza franco-giapponese guidata da Carlos Ghosn sapevamo già che Renault aveva acquisito una partecipazione in una piccola società attiva nel ride hailing di nome Karhoo. Sembrava però una presenza troppo di basso profilo per diventare una operazione globale.

Che nel gruppo avessero altri progetti più ambiziosi a livello internazionale lo conferma l’annuncio che Nissan Motor Co. e DeNA Co. hanno definito insieme un marchio tutto nuovo, Easy Ride, con cui presentarsi nel settore dei servizi di mobilità condivisa.

Non si tratterà solo di comuni servizi di ride hailing, però, ma di corse di robo-taxi senza autista che presto passeranno alla fase di test con la partecipazione del pubblico. In altri termini, ora sappiamo qualcosa di più sul modo in cui l’Alleanza franco-giapponese si attrezza per affrontare la sfida di rivali quali ovviamente Waymo ed Uber (che per offrire robo-taxi ha appena ordinato 24.000 Volvo), ma anche Volkswagen, General Motors e Ford.

Dopo i primi test condotti su terreni di prova privati, si passerà in una zona di Yokohama (vicino alla sede Nissan) a test su strade pubbliche destinati a  coinvolgere normali passeggeri piuttosto che test-driver ed ingegneri tra il 5 ed il 18 marzo 2018.

Un test che si affianca alla sperimentazione parallela che Nissan sta conducendo sulla prossima generazione del suo sistema oggi noto come ProPilot e che avviene in ambiente urbano a Tokyo con Infiniti Q50 modificate e farcite di 12 telecamere, altrettanti sensori ultrasonici, nove radar, sei LiDAR e un sistema di intelligenza artificiale che integra i dati raccolti con mappe ad alta definizione.

Nissan e DeNA (un’azienda giapponese che come Nvidia è nata dalla computer grafica ed oggi ha come maggiori settori d’interesse video giochi, internet ed intelligenza artificiale) hanno iniziato a collaborare sui sistemi che saranno messi alla prova l’anno prossimo nel gennaio 2017.

L’esperimento combinerà le competenze di DeNA con il bagaglio di esperienza già accumulato dal progetto Nissan Intelligent Mobility. Il servizio di Easy Ride come è prevedibile passerà attraverso una app con cui si completeranno tutte le operazioni, dalla prenotazione al pagamento, con un supporto multilingue che in Giappone nei servizi di trasporto aperti al pubblico è particolarmente indicato per viaggiatori d’affari e turisti.


Credito foto di apertura: ufficio stampa Nissan Motor Co. USA