Sul nuovo e-NV200 arriva la batteria dell’ultima generazione Leaf

Il van elettrico Nissan ideale per le consegne cittadine farà il 60% di strada in più con la batteria da 40 kWh al posto di quella da 24 kWh

Durante il suo evento Nissan Futures 3.0 organizzato ad Oslo, Nissan ha infine dato conferma alle molte voci che volevano l’arrivo ormai prossimo di una nuova versione dell’e-NV200 che metterà in pensione la vecchia e ormai plafonata batteria da 24 kWh. La capacità aumenterà del 60% con la nuova batteria da 40 kWh, gli stessi numeri vantati dalla nuova generazione di Leaf.

La presentazione Nissan indica una autonomia con ciclo NEDC fino a 280 chilometri, che oscillano secondo l’impiego tra i 150 ed i 200 reali. Quello che sembra più interessante però, più che l’autonomia totale, è il margine rispetto alla vecchia versione: migliora di quasi 100 chilometri.

Una buona notizia per un mezzo che ha avuto in Italia un certo riscontro da parte dei servizi commerciali che si trovano ad operare in quelle città italiane i cui centri storici monumentali rendono più facile la vita se si impiegano i mezzi elettrici. Il nuovo e-NV200 da 40 kWh sarà ordinabile a partire dalla fine dell’anno e sarà commercializzato in Italia entro la prima metà del 2018.

Non ci sono novità per il nuovo e-NV200 dal punto di vista del carico perché l’aumentata capacità della batteria non ha richiesto di sacrificare spazio: sempre circa 700 chili di carico utile e 4,2 m3 di spazio da impiegare. Lo stesso vale per il motore, la cui potenza resta a 109 cavalli con 254 Nm di coppia. Identico anche la soluzione di ricarica con dispositivo AC da 6,6 kW associato a connettore rapido CHAdeMo da 50 kW.

Il direttore dei veicoli elettrici di Nissan Europe Gareth Dunsmore ha commentato in occasione del lancio: “Con un’autonomia maggiore e un’eccellente capacità di carico, il nuovo e-NV200 da 40 kWh è la soluzione perfetta per le attività di consegna e ritiro dell’ultimo miglio in città. Il mondo è sempre più rivolto alle soluzioni elettriche, quindi dobbiamo ripensare il nostro modo di concepire la guida, il trasporto e le fonti di energia“.


Credito foto di apertura: ufficio stampa Nissan Italia